up
Per una visualizzazione ottimale di questo sito web è consigliata l’installazione di una versione più recente del vostro browser

 

Portatore di progetto

Associazione Sous Chiffre

Svizzera

Dorothée Thébert & Filippo Filliger

23f@10111.org; dodo@ou-t.ch

Web

Website

 

Si puo essere rivoluzionari e amare i fiori?

«Si può essere rivoluzionari e amare i fiori?» è un'utopia teatrale danzata. Questo progetto si interroga sull'importanza che la comunità del Monte Verità assume al giorno d'oggi.

Sul Monte Verità, all’inizio del ventesimo secolo, il giovane Henri Oedenkoven vantava i meriti del naturismo e del vegetarianismo. La pianista Ida Hofmann difendeva i diritti delle donne, il coreografo Rudolf von Laban gettava le basi della danza moderna, lo psichiatra Otto Gross metteva in pratica un prototipo di società matriarcale, lo scrittore Hermann Hesse conduceva una vita da eremita e Gustav Gräser alloggiava nudo nella sua grotta. La comunità utopica del Monte Verità, controcorrente rispetto alla rivoluzione industriale, scelse di trascorrere una vita in armonia con la natura.

Ma cosa fare oggi di queste idee che hanno abbozzato alcune delle grandi utopie del ventesimo secolo? Discuterne, affinché non cadano nell’oblio, confrontandole con la vita quotidiana tra ironia e gravità, tra danza e discordia. Poi, dopo lo spettacolo di teatro-danza, una sauna dalla buona temperatura sarà a disposizione degli spettatori: potranno così apprezzare le sue proprietà salutari e animate discussioni potranno sorgere in questa singolare situazione di prossimità.

Foto © Dorothée Thébert Filliger / aprile 2014

Leggi tutto

Testo e direzione

Dorothée Thébert & Filippo Filliger

Attori: Cédric Djédjé, Marion Duval, Lola Riccaboni et Valerio Scamuffa, 

Scenografia: Bureau A, Léopold Bianchini & Daniel Zamarbide

Con la collaborazione di Mirjam Marti

Consulenza per la coreografia: Marthe Krummenacher

Delegati alla produzione: Pâquis Production, Laure Chapel, 

Diffusione: Aurélie Martin

Partner e Sponsor