up
Per una visualizzazione ottimale di questo sito web è consigliata l’installazione di una versione più recente del vostro browser

 

Orario

dalle 10.00h alle 18.00h

Luogo

Confine di Stato
dogana di Gondo

Gondo, Svizzera

Google maps

Contatto

Sibylle Omlin

sibylle.omlin@ecav.ch

0041 79 665 78 30

 

Performance: Il confine ortogonale al transito

21.09.2014
Gondo, CH

Performance di attraversamento del confine alla dogana di Gondo

Il confine è ortogonale al transito è un’opera ibrida che sfrutta le dinamiche di produzione di un evento performativo per innescare dinamiche relazionali e di coinvolgimento della comunità legate al tema dell’immigrazione/emigrazione, dell’integrazione sociale e della legittimazione dell’”immigrato” come soggetto politico, libero e influente. La produzione nasce al crocevia di due esperienze artistiche e di militanza complementari, quella di Giovanni Morbin e quella di Modou Gueye, con il supporto del designer Canedicoda, con la volontà di riflettere in modo critico sulle dinamiche del transito, dell’attraversamento e del nomadismo sia come fenomeni sociali reali propri agli esodi culturali sia come figure metaforiche della condizione esistenziale dell’essere umano. La performance si inserisce nell’indagine portata avanti da Giovanni Morbin su quella che egli stesso definisce “estetica dell’uomo”, associando la ricerca artistica alla ricerca antropologica.