up
Per una visualizzazione ottimale di questo sito web è consigliata l’installazione di una versione più recente del vostro browser

 

È un evento di

Programma d'accompagnamento

Orario

16.15-21.00

Luogo

Médiathèque Valais Sion
rue de Lausanne 45

Sion, Svizzera

Google maps

Contatto

Lisa Pedicino

lpedicino@prohelvetia.ch

 

Italianità e(s)t Svizzera

07.09.2016
Sion, CH

Quante e quali sono le italianità in Svizzera? Cosa ne è oggi della sfida vallesana? Qual è il potenziale ancora da riconoscere in questo «caso esemplare» di integrazione culturale?

Nel 2012 l’ «italianità nel Vallese» diventa una tradizione vivente svizzera. La proposta del Canton Vallese lancia una sfida finora solo parzialmente accolta dalla politica e dall’opinione pubblica. Nello stesso anno nasce, a Palazzo federale, l’intergruppo parlamentare per l’italianità. Per rilanciare il tema, il pubblico è invitato all’incontro «Italianità e(s)t Svizzera» negli spazi della Médiathèque Valais di Sion, il 7 settembre 2016 a partire dalle 16.15 e live su Radio Tramontana.

Nel corso del pomeriggio, gli ospiti avranno l’opportunità di scambiare opinioni e confrontarsi con gli interlocutori, gli operatori culturali e gli artisti presenti, in un ambiente conviviale e di scambio informale. L’incontro si dividerà in due momenti:

Una prima parte animata da interventi dal vivo, testimonianze e interviste che, attraverso la postazione mobile di una radio temporanea, racconteranno l’italianità da diverse prospettive. Gli ospiti potranno ascoltare la trasmissione radio nell’area dedicata all’open bar.


Una seconda parte dedicata a una tavola rotonda con rappresentanti della politica, del mondo accademico e dell’associazionismo italiano che offrirà al pubblico un’occasione di discussione e confronto col tema. Al dibattito moderato da Johan Rochel prenderanno parola, tra gli altri: Ada Marra, Consigliera nazionale e membro dell’intergruppo parlamentare per l’italianità; Verio Pini, consulente per la politica linguistica presso la Cancelleria federale e membro di comitato di Coscienza Svizzera; Nelly Valsangiacomo, storica e esperta della migrazione italiana; Domenico Mesiano, presidente dell’Associazione Italia-Valais; Suzanne Chappaz, etnologa e membro della Commissione del patrimonio culturale immateriale del Canton Vallese; Sarah Bonavia, presidente dell’Associazione «La Fabbrica di Zurigo».

È possibile riascoltare l’intera manifestazione online sul sito di Radio Tramontana: http://radiotramontana.cc/etere/?p=627

L’incontro, organizzato dalla Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia in collaborazione con il Service de la culture del Canton Vallese, è l’ultimo di una serie di appuntamenti del programma d’accompagnamento di «Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia».