up
Per una visualizzazione ottimale di questo sito web è consigliata l’installazione di una versione più recente del vostro browser

 

Orario

Inaugurazione dalle ore 15.00
Mar-Ven 9.30-12.30/14.30-18.00
Sab-Dom 11.00-18.30

Luogo

Via De Magri
1

Gallarate

Google maps

Contatto

info@museomaga.it

+390331706011

Facebook

 

Mostra: Voglio vedere le mie montagne al MA*GA

07.02.2015 — 15.02.2015
Gallarate, IT

Al Museo MA*GA di Gallarate, la mostra principale del progetto Voglio vedere le mie montagne, curata da Noah Stolz: un’immagine inedita di quel paesaggio plurale, umano, storico e politico, italiano e svizzero, che è crocevia di viaggi, di visioni, di storie.

Voglio vedere le mie montagne è la celebre frase pronunciata da Segantini sul letto di morte, usata da Joseph Beuys per siglare uno dei suoi lavori più importanti e complessi, un vero e proprio testamento. La finestra da cui Segantini vede le sue montagne diventa la porta di un armadio da cui il ragazzo vedeva uscire un uomo nero, il paesaggio alpino corrisponde invece ad una narrazione costituita da oggetti ordinatamente disposti nello spazio e materiali poveri che rimandano alla costruzione delle fondamentali mitologie personali dell’artista. Sullo sfondo ci sono la seconda guerra mondiale, la psicanalisi e l’antroposofia.

L’esposizione non è un omaggio letterale a maestri del passato, ma al loro spirito di profanazione. Nel suo insieme è il frutto di mesi di lavoro e di ricerca, del dialogo tra curatore, artisti e istituzioni coinvolte. I frammenti di questa esperienza condivisa, come in un’opera di traduzione, andranno a ricomporre l’immagine corale del paesaggio transalpino di oggi. Non un paesaggio specifico, ma un paesaggio plurale, che trascende confini e che si prende gioco dello stesso concetto della spazio-temporalità.

La mostra inoltre vedrà la presenza di un ricchissimo programma di attività: laboratori, workshop, dibattiti con gli artisti e conferenze, a cui seguirà un programma specifico.

Leggi tutto

Gli artisti esposti: GILLES AUBRY, ALAN BOGANA, CUOMO E IORIO, OPPY DE BERNARDO, MARCO FEDELE DI CATRANO, AURELIAN GAMBONI, INGEBORG LUSHER, ANGELA MARZULLO, LUC MATTENBERGER, YVES METTLER, GIANNI MOTTI, ALDO MOZZINI, MARCO POLONI, RELAX (chiarenza & hauser & co), PASCAL SCHWAIGHOFER, UNA SZEEMANN & BOHDAN STEHLIK, MIKI TALLONE